Menu

Mani Tese per il giornalismo

Lunedì 21 gennaio 2019 - Bandi

Mani Tese per il giornalismo

Il Premio Mani Tese per il giornalismo investigativo e sociale intende sostenere la produzione di inchieste originali su tematiche concernenti gli impatti dell’attività di impresa sui diritti umani e sull'ambiente in Italia e/o nei Paesi terzi in cui si articolano le filiere globali di produzione.

Obiettivo del premio è portare alla luce fatti e storie di interesse pubblico finora ancora poco noti e/o dibattuti, con un taglio sia di denuncia sia di proposta. Il premio è riservato a giornalisti indipendenti/freelance anche non iscritti all’ordine e non pubblicisti (singoli o in gruppo) di ogni età, nazionalità e genere. Il premio consiste in un contributo monetario fino a un massimo di 7.500 euro a copertura delle spese di realizzazione del servizio.

La partecipazione è gratuita. La scelta del formato dell’inchiesta (articolo, fotoreportage, video, ecc.) è libera.

Per concorrere al premio è necessario compilare il modulo di iscrizione, presentando:

  • progetto di inchiesta redatto utilizzando il Modulo di partecipazione 2019
  • biografia dei partecipanti.

I due documenti allegati devono essere inviati in formato PDF.

Il termine di scadenza per l’invio dei progetti è il 28 febbraio 2019. I risultati della selezione saranno annunciati entro il 3 maggio 2019. I vincitori avranno fino a un massimo di 90 giorni dalla data di comunicazione dell’avvenuta selezione per consegnare/pubblicare l’opera conclusa. La selezione dei vincitori è rimessa all’insindacabile giudizio della Giuria - composta da giornalisti e/o esperti del settore - sulla base dei progetti di inchiesta presentati. Sarà attribuito un punteggio straordinario ai progetti per cui vi sia un interesse verificabile di pubblicazione da parte di una nota testata.

I vincitori si impegnano formalmente a realizzare le inchieste nei tempi concordati. Ogni autore è unico responsabile del contenuto dell’opera realizzata e si impegna a fornire piena manleva agli organizzatori del premio da ogni responsabilità civile e penale verso terzi. La titolarità dei diritti di sfruttamento intellettuale dell’opera rimane in capo agli autori dell’inchiesta. In caso di violazioni degli impegni o di scadente qualità tecnica del lavoro a insindacabile giudizio della Giuria, il premio potrà essere revocato.

Il premio si inserisce all'interno del progetto "New Business for Good” -realizzato con il contributo di Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo (Aics) - contribuendo al programma MADE IN JUSTICE di Mani Tese.