Menu

Catalogo Progetti utili alla collettività (Puc)

I nuclei beneficiari del Reddito di Cittadinanza (Rdc) non immediatamente attivabili per un percorso lavorativo, entro 30 giorni dal riconoscimento del beneficio economico vengono contattati dai servizi dei Comuni competenti per iniziare un percorso di inclusione sociale.

L'obiettivo è costruire interventi su misura insieme alle famiglie stesse, per rimuovere le cause della povertà e accompagnarle verso l'autonomia. L'adesione al Patto per l'inclusione sociale, per i nuclei non esentati, è una condizione necessaria per il mantenimento del beneficio economico.

I Puc

All'interno di questo percorso i beneficiari del Rdc sono tenuti a offrire la propria disponibilità per la partecipazione a Progetti Utili alla Collettività (Puc), in ambito culturale, sociale, artistico, ambientale, formativo e di tutela dei beni comuni, da svolgere presso il medesimo comune di residenza.

Cosa prevedono i Puc

Il coinvolgimento prevede un numero di ore compatibile con le altre attività del beneficiario e comunque non inferiore ad otto ore settimanali, aumentabili fino a un massimo di 16, con il consenso di entrambe le parti, per turni non superiori alle 4 ore.

L’attività è esercitata a titolo gratuito e volontario dal privato cittadino. Resta in carico del Comune l’attivazione delle opportune assicurazioni e la formazione necessaria nello svolgimento dell’attività.

La rilevazione di Volontarimini

Volontarimini è stato coinvolto dall'amministrazione locale nella rilevazione di percorsi/progetti di volontariato (Puc) che le associazioni mettono in campo per l'inserimento di persone che vivono un periodo di fragilità e beneficiano del reddito di cittadinanza.

L’indagine coinvolge in una prima fase le associazioni di volontariato (Odv) e di promozione sociale (Aps) iscritte e attive nella provincia di Rimini, per essere estesa in una seconda fase anche ad altri enti che operano nel welfare locale.

L’insieme dei percorsi individuati andranno a formare un catalogo progetti Puc che sarà inserito nella Piattaforma per la gestione dei Patti per l’inclusione sociale (GePI).

Operativamente

Alle associazioni di volontariato (Odv) e di promozione sociale (Aps), iscritte al registro e attive nella provincia di Rimini, è inviato via posta elettronica il questionario Modulo 1 - mappatura anagrafica e catalogo Puc, in cui si raccolgono:

  1. le informazioni generali relative all’associazione (contatti, descrizione, ambito di attività…)
  2. l’adesione dell’associazione a inserire un proprio progetto nel catalogo Puc (Progetti Utili alla Collettività) e breve descrizione del progetto

Considerata l'importanza della rilevazione si chiede alle associazioni la massima partecipazione.

Per informazioni: Volontarimini, tel. 0541 709888 – documentazione@volontarimini.it