Menu

Contrasto violenza alle donne

Giovedì 3 agosto 2017 - Bandi

Contrasto violenza alle donne
Definite sei distinte linee d’intervento, ampliata l’azione anche a donne detenute e a donne vittime di violenza “economica”. Particolare attenzione anche a progetti volti a sostenere campagne di comunicazione culturale.

 

È online il nuovo bando di finanziamento dei progetti volti alla prevenzione e al contrasto alla violenza alle donne, anche in attuazione della convenzione di Istanbul. 

Il bando, che finanzierà progetti per 10 milioni di euro, permetterà di supportare attività di sensibilizzazioni rispetto a sei aree d’intervento:

  • donne migranti e rifugiate,
  • inserimento lavorativo delle donne vittime di violenza,
  • supporto alle donne detenute che hanno subito violenza,
  • programmi di trattamento di uomini maltrattanti,
  • supporto e protezione delle donne sottoposte anche a violenza “economica”
  • sensibilizzazione, prevenzione e educazione

L'azione proposta dal bando risponde all'esigenza di aumentare le azioni specifiche su tutto il territorio coinvolgendo tutti i soggetti che a vario titolo contribuiscono alla prevenzione e al contrasto del fenomeno.

Come presentare la domanda

Le proposte progettuali dovranno pervenire, a pena di  irricevibilità, entro il 30 settembre 2017 in  busta chiusa e sigillata, con la dicitura, indicata in maiuscolo sul fr onte della busta, della Linea di  intervento  prescelta, al seguente indirizzo:

Presidenza del Consiglio dei Ministri -  Dipartimento per   le   pari   opportunità,   Servizio   conservazione,   informatizzazione   e   ricerca   della documentazione – Via dell’Impresa 90 – cap 00187 Roma 

La proposta progettuale dovrà essere  contenuta, in formato cartaceo e su supporto digitale (CD rom), in un unico plico, chiuso e sigillato  sui lembi di chiusura, con striscia di carta incollata o con nastro adesivo, idonei a garantire la sicurezza contro eventuali manomissioni. Al fine dell’identificazione della provenienza, il plico dovrà recare all’esterno, altresì, le indicazioni del mittente e cioè la denominazione o ragione sociale con indicazione  della sede legale. 

Clicca sul link per consultare la documentazione del bando del ministero pari opportunità contro la violenza alle donne 2017