Menu

Stop bombe

Martedì 31 luglio 2018 - Altre news

Stop bombe

Lo sport si schiera dalla parte di chi vuole proteggere i civili nei conflitti armati. La Nazionale italiana di pallacanestro sorde under 21 e la squadra riminese Team Bota Rugby hanno scelto di aderire all'iniziativa "Stop bombing towns and cities".
Una campagna promossa dalla rete internazionale Inew a cui aderisce anche l'Anvcg (Associazione nazionale vittime civili di guerra), per ridurre in modo concreto e significativo le sofferenze prodotte dai bombardamenti sui centri abitati.

Le cestiste azzurre hanno portato addirittura fino a Washington il messaggio di pace di Inew partecipando ai mondiali che si sono svolti dal 5 al 14 luglio presso la Gallaudet University, una struttura interamente pensata e progettata per studenti non udenti. Qui hanno conquistato con orgoglio il terzo gradino del podio. Al loro importante messaggio di inclusione si è quindi aggiunta la richiesta di pace e protezione dei civili, che sono sempre le principali vittime dell'efferatezza dei conflitti armati. Indossando le t-shirt con lo slogan "Stop alle bombe sui civili", le ragazze hanno dimostrato di essere campionesse nello sport e nella vita.

Lo stesso messaggio è stato condiviso anche dai giocatori di rugby riminesi che saranno impegnati a partire dal prossimo 5 agosto a Colfiorito, in provincia di Ancona, nel torneo di Rugby a sette “Flowers of Montelago”, patrocinato dalla Federazione italiana Rugby. Gli sportivi con generosità hanno aderito all’iniziativa e disputeranno tutte le partite con le magliette con il logo della campagna sociale. Guerrieri sul campo e promotori di pace nel quotidiano.

Attualmente sono decine i conflitti armati e le guerre nel mondo che, nell'80% dei casi, colpiscono i civili. Una delle principali cause di questo drammatico fenomeno è l'aumento dei bombardamenti nei centri abitati. Il network Inew (International network on explosive weapons) chiede un'azione immediata per prevenire le sofferenze causate dall'uso di armi esplosive in zone popolate. L'Associazione nazionale vittime civili di guerra - che rappresenta e tutela per legge le vittime civili - sta diffondendo in tutta Italia la campagna di Inew. In particolare la collaborazione con le giocatrici di pallacanestro e la squadra di rugby è frutto dell'impegno delle sezioni di Rimini e Pesaro-Urbino.

TEMI: altro

Potrebbero interessarti anche...

Foto

La nazionale di pallacanestro sorde under 21 aderisce alla campagna