Menu

Maltempo: l’impegno dei volontari riminesi

Mercoledì 7 novembre 2018 - Altre news

Maltempo: l’impegno dei volontari riminesi

L'ondata di maltempo in Italia ha reso critica la situazione in Calabria, Sardegna, Sicilia, ma anche in Veneto, Friuli, Liguria e nelle province autonome di Trento e Bolzano e nel basso Lazio.

I volontari riminesi non si sono fatti trovare impreparati. Dal 30 ottobre la Colonia mobile dell’Emilia-Romagna – unità di pronta partenza che si mobilita in caso di emergenza - si è attivata e ha raggiunto la città di Feltre, in provincia di Belluno. Circa 120 volontari divisi in tre contingenti, da 35 unità ciascuno.

L’Agenzia per la sicurezza territoriale e la protezione civile della Regione Emilia-Romagna sta coordinando i lavori e nei prossimi giorni sarà più chiaro come procedere. In questo momento sono 12 i volontari della protezione civile riminese attivi a Feltre.

Spiega Carlo Zecchin, presidente del Coordinamento delle associazioni di volontariato per la protezione civile della provincia di Rimini: “I nostri volontari sono intervenuti per liberare l’alveo del torrente che scorre accanto a Feltre che si è riempito dei tronchi scesi a valle dalle montagne circostanti. Con i mezzi pesanti a nostra disposizione stiamo estraendo dal fiume i tronchi, che vengono poi sezionati e portati in zona sicura”.

Un lavoro molto delicato e difficile, anche per questo al momento non è richiesto l’intervento di nuovi volontari generici ma di soli volontari della protezione civile già esperti e specializzati, perché incaricati di utilizzare macchinari come motoseghe e macchine movimento terra. Ripulire l’alveo dei fiumi da tronchi e altri materiali è un lavoro molto importante, perché in caso di nuovi eventi di piena potrebbero creare ancora dissesto e ostruzioni.

Per essere aggiornati sulle attività dei volontari riminesi nelle zone colpite dal maltempo è possibile consultare il sito coorprocivrn.it