Menu

Incentivi per l’housing sociale

Giovedì 31 gennaio 2019 - Altre news

Incentivi per l’housing sociale

Troppo "ricchi" per ottenere una casa popolare, ma non abbastanza per acquistare o prendere in affitto un appartamento ai prezzi di libero mercato. Un problema comune a molte giovani coppie, single, famiglie con redditi medio-bassi, alla ricerca di un alloggio.

È a questa fascia di persone che guarda il programma di housing sociale, lanciato quest’anno in via sperimentale dalla Regione Emilia-Romagna e finanziato con 5 milioni di euro nell’ambito delle proprie politiche abitative.

I contributi (fino a 40 mila euro per ciascun alloggio) verranno destinati, tramite un bando pubblico che la Regione pubblicherà entro la prossima primavera, ad aziende e cooperative edilizie che intendono impegnarsi in questa prospettiva di mercato.

Tra i criteri di priorità individuati dal bando, chi esaminerà le proposte valuterà in particolare quei progetti in grado di proporre contenuti di novità e sperimentazione, come ad esempio il "cohousing": una modalità abitativa innovativa, costituita da appartamenti privati e spazi e servizi comuni (lavanderia, giardini, sale comuni di ritrovo e per il tempo libero, anche aperte ad usi e fruitori esterni) per favorire la socializzazione e la cooperazione tra vicini di casa.

Con questo progetto, si affronta concretamente il tema dell’emergenza abitativa e si promuovono interventi di riqualificazione attraverso il recupero di vecchi edifici, anche sul piano dell’efficienza energetica e sismica, così da rafforzare il mix e la coesione sociale in contesti urbani talvolta problematici. Obiettivi e modalità di realizzazione del programma sono contenuti nel provvedimento approvato nei giorni scorsi dalla Giunta regionale, che per diventare operativo dovrà passare al vaglio dell’Assemblea legislativa, entro febbraio.

Con l’avvio di questo programma sperimentale, infine, si intende rafforzare ulteriormente l’impegno sul tema della casa, ma anche sull'adeguamento dei regolamenti per l’accesso agli alloggi Erp e sul bando ‘Giovani coppie’, che ha aiutato i giovani, e non solo, ad acquistare un appartamento e, al tempo stesso, ha contribuito a dare stimolo a un settore, quello della casa, particolarmente colpito dalla crisi”.