Menu

Le regole per adeguare gli statuti

Mercoledì 20 febbraio 2019 - Altre news

Le regole per adeguare gli statuti

La Riforma del Terzo Settore entra nel vivo della sua applicazione: sono ormai pubbliche le indicazioni operative per organizzazioni di volontariato, associazioni di promozione sociale e Onlus, sull’attuazione del Codice del Terzo settore. È confermato il temine del 2 agosto 2019 per l’adeguamento degli statuti.

Vediamo insieme i principali punti e le novità, ma soprattutto gli strumenti di supporto e di consulenza messi in campo da Volontarimini:

  • il termine del 2 agosto per adeguare gli statuti riguarda solo le Odv, le Aps e le Onlus iscritte ai rispettivi registri e albi;
  • modalità di approvazione delle modifiche: la normativa indica che le Odv le Aps e le Onlus possono apportare le modifiche di adeguamento agli statuti in assemblea ordinaria, quindi beneficiando della “semplificazione” prevista dal CTS (Codice del Terzo Settore), se tali modifiche saranno realizzate entro il termine del 2 agosto 2019.

Ma veniamo alle iniziative e alle consulenze offerte in Romagna: le Odv e le Aps attive nel territorio riminese possono avvalersi del supporto inviando una mail a statuti2019@volontarimini.it. Nella mail occorre indicare nome, cognome, contatto telefonico del referente dell’associazione, allegare la copia dello statuto vigente (preferibilmente in formato word). Alla mail verrà dato riscontro con l’indicazione delle tempistiche.

Una volta approvate le modifiche statutarie da parte degli organi competenti, si potrà procedere alla consegna della documentazione presso gli uffici di Volontarimini, entro cinque giorni dall’approvazione in assemblea. Per chi lo desiderasse e ne facesse richiesta, Volontarimini procederà alla registrazione all’Agenzia delle Entrate, in base ad un accordo con quest’ultima, entro venti giorni dalla data dell’assemblea associativa.

A questo punto, l’associazione potrà ritirare gli atti aggiornati e definitivi presso lo sportello di Volontarimini in via Covignano 238. Contestualmente al ritiro, su richiesta, l’associazione potrà anche domandare un supporto per l’invio degli atti in Regione attraverso la piattaforma Teseo. Per le associazioni che fanno parte di reti o di gruppi e federazioni nazionali, è consigliato confrontarsi preliminarmente con il proprio livello superiore, poiché è probabile che vengano messi a disposizione modelli statutari condivisi. Nei territori vicini sono previsti due incontri al fine di fornire indicazioni e istruzioni pratiche alle associazioni su questo tema. Gli incontri sono gratuiti, obbligatoria l’iscrizione.

Ecco le date e il link al modulo on line per iscriversi:

  • a Cattolica, giovedì 28 febbraio, dalle 16 alle 18 (ridotto del teatro Regina, piazza della Repubblica 28). Parteciperà anche Patrizia Pesci, assessore ai servizi sociali, socio sanitari e alla persona;
  • a Novafeltria, lunedì 4 marzo, dalle 16 alle 18 (presso la sede dell’associazione Aovam, via Cesare Battisti, 16).

Ma non è tutto, perché grazie al rapporto tra Volontarimini e Assiprov (Centro Servizi per il volontariato di Forlì-Cesena), un numero di posti limitato per il seminario “Come adeguare lo statuto – Indicazioni operative ai sensi della Riforma del Terzo settore” è riservato alle associazioni attive nel territorio riminese.

Doppio appuntamento anche per questa lezione, tenuta da Rosanna D’Amore, commercialista, revisore legale e consulente Assiprov, in programma a Forlì, giovedì 28 febbraio e a Cesena, lunedì 4 marzo. Scadenza per le iscrizioni: venerdì 22 febbraio.

Per informazioni: Volontarimini, tel. 0541 709888 - statuti2019@volontarimini.it