Menu

I numeri delle cooperative

Venerdì 8 marzo 2019 - Altre news - Data evento: maggio - giugno 2019

I numeri delle cooperative

Crescono in Emilia-Romagna le cooperative sociali al servizio di bambini, anziani e disabili.

Gestiscono nidi e servizi per l’infanzia, operano nell’assistenza alla persona, nell’inclusione sociale e lavorativa dei disabili, nell’integrazione dei cittadini di origine straniera e degli emarginati. Sono le 915 cooperative sociali presenti in Emilia-Romagna. Una realtà eterogenea, che conta oltre 43 mila addetti, 930 mila utenti e un fatturato superiore ai 2 miliardi di euro. A tracciarne l’identikit, il Rapporto 2018 (i dati sono del 2017) realizzato da Regione in collaborazione con Unioncamere.

La presentazione di questi dati è un'occasione per ribadire come le cooperative sociali rappresentino una realtà importante per numeri, radicamento territoriale e capacità di porsi accanto alle persone e alle famiglie, che accompagnano ogni giorno e a cui cercano di fornire una risposta ai diversi bisogni. Questo è il primo rapporto elaborato sulla base di dati raccolti dalla Regione attraverso la revisione dell’albo regionale delle cooperative sociali, con l’obiettivo di verificarne l’effettiva operatività e il permanere dei requisiti di iscrizione richiesti.

Ma non è tutto, perché i dati diffusi parlano di una realtà in continua crescita per numero di strutture, servizi offerti e persone occupate, rappresentando una significativa parte del welfare territoriale e dello sviluppo economico e sociale.

In questo modo, l’innovazione sociale si configura, al pari dell’innovazione tecnologica e digitale, uno dei driver per lo sviluppo della Regione. I bisogni sociali emergenti hanno infatti necessità di essere affrontati con logiche, soluzioni e strumenti innovativi, che sappiano sfruttare le opportunità derivanti da nuovi modelli economici, dalle conoscenze scientifiche, dalla disponibilità di nuove tecnologie e dall'interazione tra soggetti differenti. È necessario ora integrare e raccordare le politiche sociali con le politiche industriali, dell’innovazione e dello sviluppo territoriale, e in questo senso la cooperazione sociale è un partner fondamentale, perché capace di intercettare e dare risposta ai nuovi bisogni della società.