Menu

L’isola che c’è

Martedì 18 febbraio 2020 - Altre news

L’isola che c’è

Verso l’isola che c’è: è partita la raccolta di giochi per bambini da destinare allo spazio ludico-creativo con biblioteca interculturale nella Casa dell’Intercultura di via Toni 12/14, a Rimini.

L’iniziativa si inserisce nel progetto A mano A mano e si sviluppa tutti i martedì (dalle 9 alle 11) e i giovedì (dalle 15 alle 16) fino al 31 marzo 2020 compreso, presso il Guardaroba Solidale Madiba (via Dario Campana 59/F, Rimini) e i punti di raccolta itineranti organizzati da Mani Tese Rimini che saranno comunicati nella pagina del progetto.

Si raccolgono:

  1. libri per bimbi dai 0 a 14 anni
  2. libri su maternità e gravidanza
  3. giochi lavabili

Il progetto A mano A mano

In Italia 18 milioni di persone sono a rischio povertà ed esclusione sociale, mentre si sprecano ingenti quantità di alimenti per un valore di 13 miliardi di euro. Cibo che, se recuperato, potrebbe garantire un pasto sicuro a tantissime persone soggette a povertà e disagio. Con il progetto A mano A mano, promosso dalle associazioni  Rumori Sinistri onlusArcobalenoNo Border Rimini e approvato con DGR 689/19 sul Bando del Terzo settore della RER, l’obiettivo è ridurre gli sprechi
trasformandoli in opportunità per nuove forme di solidarietà mutualistica, rivolte a persone in condizione di marginalità economica e sociale

Ecco perché si vuole costruire una rete mutualistica che coinvoga diversi enti del sociale, commercianti e la cittadinanza: per sviluppare una filiera “spreco zero” favorendo il riuso dei materiali, la partecipazione attiva e l’empowerment delle persone emarginate e svantaggiate.