Menu

Banca d’Italia

Mercoledì 29 luglio 2020 - Bandi

Banca d’Italia

La Banca d’Italia, nel rispetto delle norme statutarie e delle delibere assunte in materia dai competenti organi decisionali, concede contributi per iniziative d'interesse pubblico e somme a scopo di beneficenza.

Nella pagina del sito Impegno ambientale e sociale sono pubblicati i criteri e le modalità che regolano la concessione di contributi a soggetti pubblici e privati nonché – con cadenza annuale – l'elenco dei beneficiari di importi superiori a mille euro. I criteri prevedono i settori verso i quali possono essere indirizzati gli interventi, precisano i principi da osservare nell'istruttoria delle richieste, definiscono competenze e poteri delle strutture e degli organi della Banca, fissano i termini per l'invio e l'evasione delle domande.

Questi i Criteri e procedure per l'assegnazione di contributi liberali da parte della Banca d'Italia che trovano applicazione per le domande di contributo presentate dal 1° luglio 2020.

Obiettivi

I contributi finanziari della Banca assistono le attività concernenti:

  • la ricerca, la cultura e l’educazione in campi affini alle funzioni istituzionali (economia, moneta, credito, finanza). In particolare, la Banca fornisce sostegno a università, associazioni e fondazioni scientifiche 
  • la ricerca scientifica, la promozione culturale, la formazione giovanile e scolastica 
  • beneficenza, solidarietà e pubblico interesse, con particolare riguardo progetti di primarie associazioni, enti e istituzioni finalizzati all’assistenza e al sostegno in ambito nazionale di minori e anziani in stato di bisogno; malati e disabili; persone colpite da forme di esclusione e disagio sociale.

Come presentare la domanda

Le richieste dovranno pervenire agli Uffici della Banca tramite pec, all’indirizzo spa@pec.bancaditalia.it  ovvero per le istanze riconducibili alla lett. C dell’art. 3, che abbiano un rilievo prettamente locale, agli indirizzi pec delle Filiali regionali che ne curano la trasmissione all’Amministrazione centrale, corredata di un parere motivato. Prossima scadenza 31 agosto 2020.

Le domande pervenute:

  • dal 1° gennaio al 28 febbraio saranno istruite e decise di norma entro il mese di giugno, con erogazione nel mese di luglio.
  • dal 1° luglio al 31 agosto saranno istruite e decise di norma entro il mese di dicembre, con erogazione nel mese di gennaio