Menu

Bando Fami 2020

Martedì 3 novembre 2020 - Bandi

Bando Fami 2020

Il bando, indetto dalla Commissione europea – Direzione Generale Migrazione e Affari interni, intende sostenere progetti transnazionali volti a sostenere azioni per contribuire a una gestione efficiente dei flussi migratori e all’attuazione, al rafforzamento e allo sviluppo di un approccio comune dell’Unione in materia di asilo e immigrazione. Si riporta quanto pubblicato su InfobandiCsvnet.

Per contribuire allo sviluppo della politica comune dell’Unione in materia di asilo e immigrazione e al rafforzamento dello spazio di libertà, sicurezza e giustizia alla luce dell’applicazione dei principi di solidarietà e ripartizione delle responsabilità tra gli Stati membri e cooperazione con i paesi terzi, è stato istituito il Fondo Asilo, migrazione e integrazione (FAMI) con una dotazione complessiva di 32,7 milioni di euro.

Azioni finanziabili:

Il bando intende sostenere progetti focalizzati su 6 tematiche. Ciascun progetto proposto può riguardare una sola delle tematiche individuate:

Ciascun progetto proposto può riguardare una sola delle tematiche individuate. Le proposte progettuali devono essere transnazionali, ovvero i progetti riguardanti i temi 1 e 2 devono coinvolgere almeno 5 partner stabiliti in 5 diversi Stati UE, i progetti relativi ai temi 3, 4 e 6 devono essere realizzati da una partnership costituita da almeno 3 partner di 3 diversi Stati UE, mentre quelli focalizzati sul tema 5 devono coinvolgere almeno 2 partner stabiliti in 2 diversi Stati UE.

Sono eleggibili le persone giuridiche stabilite negli Stati UE (escluso Danimarca in quanto unico Paese UE che non partecipa al Fondo) ad esclusione delle organizzazioni internazionali che possono avere sede anche al di fuori dei Paesi UE.

Potranno essere lead-applicant le seguenti tipologie di persone giuridiche:

  • Enti pubblici (per progetti riguardanti tutti i temi)
  • Enti privati non-profit (per progetti riguardanti tutti i temi)
  • Enti a scopo di lucro (solo per progetti riguardanti i temi 4 e 6)
  • Organizzazioni internazionali ((solo per progetti riguardanti i temi 4 e 6)

Potranno essere co-applicant le seguenti tipologie di persone giuridiche:

  • Enti pubblici (per progetti riguardanti tutti i temi)
  • Enti privati non-profit (per progetti riguardanti tutti i temi)
  • Enti a scopo di lucro (escluso progetti riguardanti i temi 3 e 5)
  • Organizzazioni internazionali (solo per progetti riguardanti i temi 4 e 6)

Il cofinanziamento UE potrà coprire fino al 90% dei costi totali ammissibili del progetto proposto, ma la sovvenzione richiesta deve essere compresa tra:

  • Temi 1 e 2 tra € 750.000 e € 1.500.000
  • Tema 3 tra € 400.000 e € 750.000
  • Tema 4 tra € 700.000 e € 2.000.000
  • Temi 5 e 6 tra € 300.000 e € 600.000

La durata massima dei progetti deve essere di 36 mesi, se progetti inerenti i temi 1, 2, 4, o di 24 mesi, se progetti sui temi 3, 5, 6, con inizio indicativamente tra dicembre 2021/gennaio 2022.

La scadenza per la presentazione delle candidature è il 16 febbraio 2021.

Il bando