Menu

Salita al Monte Vettore

Martedì 12 ottobre 2021 - Altre news - Data evento: 17 ottobre 2021

Salita al Monte Vettore

Domenica 17 ottobre l’associazione Umana Dimora Rimini organizza la salita al Monte Vettore, la cima più alta del gruppo dei Monti Sibillini con molteplici punti di interesse, sotto il profilo storico, naturalistico e paesaggistico.

Programma

  • Ore 5,50: Ritrovo e partenza con mezzi propri dal parcheggio della Polisportiva Stella in via Abruzzo 36 a Rimini.
  • Pranzo al sacco.

Il Monte Vettore, detto anche Vetta del Re, con i suoi 2476 metri d’altezza è la cima più alta del gruppo dei Monti Sibillini, all’interno dell’omonimo parco nazionale e sovrasta la piana di Castelluccio, famosa per la produzione delle lenticchie ma nota ai naturalisti anche per la fioritura delle piante spontanee.

Da Forca di Presta (1550 m.) si sale il versante sud del monte lungo un sentiero con pendenza costante che diventa più impegnativa in vista della sella dove è posto il rifugio Zilioli (2250 m.), dal quale si potrà ammirare il Lago di Pilato e la stretta valle che guarda a nord. Sebbene le sue dimensioni non superino i 500 metri di diametro, il Lago è di grande interesse tra i naturalisti e i biologi, ospitando tuttora il Chirocefalo del Marchesoni, una specie autoctona di gambero dal colore rossastro, che raggiunge una lunghezza di 9 - 12 mm e si muove nuotando all'indietro con il ventre rivolto verso l'alto. Da qui in circa un’ora si arriva in cima.

Numerose leggende in questo angolo di storia narrano figure mitologiche e storiche. Una leggenda vuole che in una grotta del vicino monte della Sibilla, da cui prende il nome tutta la zona, abitasse nei primi secoli dopo Cristo una donna con poteri divinatori, maga e incantatrice. Un’altra leggenda racconta che Pilato, tornato a Roma dalla Palestina, fu condannato a morte da Tiberio. Il suo corpo, chiuso in un sacco, venne affidato ad un carro di bufali lasciati liberi di peregrinare senza meta e sarebbe precipitato nel lago dall'affilata cresta della Cima del Redentore; il lago oggi porta il nome di Pilato.

Note tecniche

  • Tempo di percorrenza 6h;
  • Dislivello circa 900 metri;
  • Difficoltà EE (Escursionisti Esperti).

Sono obbligatorie calzature da escursionismo con suola scolpita antiscivolo, abbigliamento d’alta quota, copricapo, occhiali da sole, crema protettiva, una scorta abbondante di acqua (almeno 1 lt a persona), mascherina e gel igienizzante per le mani.

L’uscita si svolgerà nel rispetto delle disposizioni per il contenimento della diffusione del virus Covid 19 vigenti alla data dell’escursione.

La partecipazione è riservata ai soci in regola con l’iscrizione per il 2021 previa sottoscrizione dell’autocertificazione. L’escursione richiede un costo di 15€ per socio ordinario e 5€ per familiare e studenti. Non si accettano minori di anni 14; i minorenni possono partecipare solo se accompagnati da un adulto che ne assume la responsabilità.

Prenotazione obbligatoria entro giovedì 14 ottobre.

Le prenotazioni saranno confermate per iscritto da chi guida l’escursione. L’escursione si svolgerà se le condizioni meteo saranno favorevoli.

Per informazioni e prenotazioni (esclusivamente via Sms o Whatsapp): Cell. 335 1200344 (Marco)