Menu

Ricordando Padre Agostino Antonio Giorgi

Giovedì 12 maggio 2022 - Eventi - Data evento: 14 maggio 2022

Ricordando Padre Agostino Antonio Giorgi

Sabato 14 maggio 2022 alle 15,30 verrà inaugurata in Piazza Agostino Antonio Giorgi una lapide a ricordo del sammaurese a cui è stata intitolata la piazza.

L’evento è organizzato da Mauro Rossi, Giuseppe Casadei, Giorgio Zicchetti in collaborazione con il Centro Sociale “I Sempra Zovan ANCeSCAO Aps” di San Mauro Pascoli. 

La lapide riporta la stessa iscrizione di quella affissa nel 1912, compreso una scritta in tibetano.

Interventi di:

Luciana Garbuglia Sindaco del Comune di San Mauro Pascoli

Elio Marini docente universitario, orientalista

Miro Gori poeta, saggista, già direttore della cineteca di Rimini

Don Paolo Bernabini Parroco di San Mauro Pascoli      

Al termine della cerimonia seguirà un brindisi.

Un po' di storia

Padre Agostino Antonio Giorgi, è stato il più esperto, competente conoscitore del Tibet per diversi secoli, quando il Tibet non era così vicino e così di moda come lo è ai giorni nostri. Figlio di Antonio Giorgi e Antonia di Giacomo Semprini nasce a San Mauro il 10 maggio 1711, è il secondo di sei figli, due femmine e quattro maschi. A dodici anni resta orfano del padre, a quindici anni entra nell'Ordine Agostiniano, riceve gli ordini sacri dal Cardinale Prospero Lambertini, futuro Papa Benedetto XIV. Decide di cambiare il suo nome da Francesco Maria in Padre Agostino Antonio per onorare l'ordine che aveva abbracciato (Agostino) e la memoria dei genitori (Antonio-Antonia). Importanti nella sua “carriera” ecclesiastica le sue doti, il suo ingegno, il suo intelletto, la continua precisione nelle sue ricerche, che il Papa Benedetto XIV aveva apprezzato e riconosciuto quando lo aveva ordinato frate. Conoscitore di ben undici lingue, fra cui il greco, l'ebraico e il siriaco, autore nel MDCCLXII “Alphabetum Tibetanum – Missionum Apostolicarum". Chiamato a Roma da Papa Benedetto XIV ha diretto fino alla morte la Biblioteca Angelica, è stato professore presso la Sapienza. È sepolto nella Chiesa di Sant'Agostino a Roma.

Il comune di San Mauro Pascoli, e i cittadini sammauresi hanno dedicato al Padre, diverse iscrizioni lapidarie, e una piazza con un bellissimo busto bronzeo opera di Domenico Neri; la Piazza Agostino Antonio Giorgi - già Piazza Castello - proprio dove nacque nel 1711 Agostino Antonio Giorgi.

Lapide affissa nella casa natale del Giorgi andata distrutta nel passaggio del fronte: cita

“IN QUESTA CASA NACQUE – IL 10 MAGGIO 1711 – AGOSTINO ANTONIO GIORGI – LUCE DI SAPERE E DI BONTÀ – CHE IL MONDO ONORA” - Nghe-nam-Kji Jap Nam-Khei-longh-tu sgiù-behi. (Tradotto: Nostrum Pater Caelis (alte) in (qui) sedes – il Padre Nostro siede nell'alto dei Cieli.