Menu

Next stop Europe - 2018-2020

Presentato:

Settore d'intervento:

Cultura/Formazione/Educazione

Categoria progetto:

Europa

Descrizione:

“Next Stop Europe: Promuovere un apprendimento inclusivo per trasformare i talenti dei giovani con bisogni speciali in competenze durature” è stato approvato all'interno del Programma Erasmus+ nell’ambito VET Istruzione e Formazione Professionale, con la “Carta Europea di Mobilità per l’Istruzione e la Formazione Professionale”. Si tratta di un riconoscimento insignito a Volontarimini, grazie alla sua “comprovata esperienza nella gestione di attività di mobilità transnazionale nel campo dell’istruzione e formazione professionale” e grazie al suo “interesse a sviluppare ulteriormente le strategie di internazionalizzazione già attivate all’interno del proprio ente”.

Il progetto avrà la durata di 2 anni, e prevede la realizzazione di percorsi di mobilità in Europa ai fini dell’apprendimento professionale per 80 studenti con bisogni speciali e 8 professionisti (personale staff) che operano nell’ambito dell’istruzione e formazione, provenienti dal territorio della Romagna.

La mobilità Europea avrà la durata di un periodo di 3 settimane con l’obiettivo di svolgere tirocini formativi presso aziende o presso ambiti formativi educativi e di socializzazione in Europa.

Per gli studenti è prevista la presenza di accompagnatori, opportunamente formati, durante tutto il periodo di mobilità all’estero.

Il personale staff svolgerà invece attività pratiche e incontri con professionisti in contesti lavorativi di interesse nei Paesi ospitanti, al fine di approfondire e arricchire il proprio bagaglio professionale grazie ad attività di job shadowing, confronto e scambio di esperienze con professionisti europei che operano a contatto di studenti con bisogni speciali.

Le mete di destinazione previste saranno :

  • Spagna, a Granada, presso il partner di progetto MEP Europrojects Granada
  • Irlanda, diverse località, presso il partner Your International Training
  • Lituania, a Panevezys, presso il partner Jaunuoliy Dienos Centras, in cui sono in particolare previsti i tirocini nelle aree socio assistenziale e socio educativa
  • Grecia, a Rethymno, presso il partner Ecte

I periodi e le mete per le mobilità Europee saranno concordate, secondo le diverse esigenze personali e formative e le disponibilità fra il partecipante (e la scuola di riferimento), l’ente di invio Volontarimini e gli enti di accoglienza.

All’interno dei percorsi di mobilità , oltre alle attività formative professionalizzanti, saranno organizzate anche attività culturali (quali visite ai principali luoghi di interesse artistico-culturale, conoscenza delle tradizioni locali anche tramite laboratori e workshop, oltre che corsi base di lingua del Paese ospitante).

 Ciascun percorso di tirocinio prevede oltre alla preparazione iniziale, un percorso di monitoraggio e follow up durante la mobilità e una verifica finale per assicurare che gli obiettivi programmati pre-partenza siano stati raggiunti. Questo sarà garantito dalla presenza non solo dalla presenza degli accompagnatori che avranno funzioni di tutor, ma anche dalla presenza e supporto dei tutor messi a disposizione dei partner di accoglienza e dai tutor aziendali.

Destinatari

Partecipanti target di progetto saranno in particolare ragazzi in situazione di disabilità cognitiva o DSA, associate a situazioni di povertà economica. Saranno studenti con bisogni speciali riconducibili a 3 macro-aree di svantaggio:

  • disabilità mentale, ritardo mentale, sindrome di Down, autismo
  • situazione di disagio, emarginazione sociale, dipendenza, drop out…
  • bisogni speciali quali disturbo specifico dell’ apprendimento

Partecipanti target per il personale staff saranno professionisti che operano a diretto contatto con studenti che presentano le caratteristiche precedentemente menzionate.

Come accedere

I partecipanti verranno selezionati a seguito dell’emanazione di un apposito Bando all’interno degli Istituti Scolastici della Romagna, e i partecipanti realizzeranno una formazione in Italia prima di andare all’estero.

A causa del Covid-19 la scadenza del progetto è stata prorogata al 2021